In Sardegna

Ospedale San Francesco. Mancano infermieri, scatta la protesta

La replica della Ats-Assl: "Non ci sono stati, né ci saranno, licenziamenti. Si è già proceduto con 46 assunzioni”

Ospedale San Francesco. Mancano infermieri, scatta la protesta

Di: Ansa


"La Assl di Nuoro ha totalmente disatteso gli impegni presi con i sindacati sulle emergenze denunciate. In quell'occasione di confronto, avevamo sospeso lo sciopero, soprattutto dopo le promesse di Moirano. Ora basta non è più tempo di aspettare: annunciamo un sit-in di fronte alla sede della Assl di via Demurtas per il 27 novembre e a breve sarà sciopero generale".

Così Annarita Ginesu, coordinatrice delle Rsu dell'ospedale San Francesco di Nuoro che insieme ai segretari della funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil, Sandro Fronteddu, Giorgio Mustaro e Aurelia Orecchioni, e al rappresentante Nursind Mauro Pintore annunciano battaglia sulle assunzioni.

"L'impegno della Asl era stato quello di colmare il fabbisogno di infermieri e assistenti socio sanitari - ricorda Ginesu - ma ad oggi nulla è successo e nelle corsie c'è una gravissima emergenza. Così non possiamo garantire neanche i livelli minimi di assistenza e si stanno manifestando malattie da stress per il personale oberato di lavoro. Ma ciò che è più grave - denuncia la sindacalista - è che è stato sospeso il servizio domiciliare per i pazienti oncologici. Insomma a farne le spese sono anche i pazienti più deboli e più bisognosi di assistenza. Tutto questo non si può tollerare". "Ora apprendiamo dell'imminente licenziamento di 48 infermieri assunti a tempo determinato - sottolineano i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e del Nursind - e all'ospedale San Francesco sarà vera emergenza. Chiediamo che le unità operative abbiano personale idoneo in tutti i reparti, quindi chiediamo la stabilizzazione dei precari, solo così si può fare programmazione". Da qui un appello ai cittadini e alle associazioni che tutelano gli ammalati affinché sostengano la battaglia dei sindacati.

"Non ci sono stati, né ci saranno, licenziamenti di infermieri: i contratti in scadenza saranno prorogati, senza che restino posti vacanti". Lo assicurano i vertici della Asl unica e della Assl di Nuoro, in risposta alle dichiarazioni dei sindacati della funzione pubblica del territorio, che hanno annunciato una mobilitazione per il prossimo 27 novembre minacciando lo sciopero generale del settore. "Sono già stati assunti 46 infermieri - spiegano Ats e Assl - a dimostrazione che non c'è alcuna volontà di penalizzare la sanità nuorese e tanto meno i pazienti. L'Azienda sta rispettando gli impegni assunti e resta disponibile al dialogo e al confronto costruttivo".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop