Cagliari

Trivelle, l'indipendentista Zuncheddu: "Boicottato il Referendum nel quartiere Sant'Elia"

“Ennesima grave discriminazione a danno dei residenti di Sant'Elia e della democrazia..."

Trivelle, l'indipendentista Zuncheddu:

Di: Redazione Sardegna Live


“Ennesima grave discriminazione a danno dei residenti di Sant’Elia e della democrazia.

Nel quartiere più popolato della città e scarsamente servito dai mezzi pubblici, i residenti che si recano nella scuola di Via Schiavazzi per esprimere il proprio voto sul referndum, trovano i cancelli chiusi. L’indicazione all’ultimo momento è quella di recarsi, per poter votare,  in un altro quartiere. Ciò sta  creando disagi fra i residenti impossibilitati a spostarsi per esprimere un loro diritto, privandoli di un diritto costituzionale”.

E’ quanto denuncia l'esponente indipendentista Claudia Zuncheddu, coordinatrice regionale di Sardigna Libera.

“E’ singolare  che l’amministrazione cagliaritana, ancora una volta, toglie e taglia servizi pubblici e diritti ai residenti dei quartieri notoriamenti più disagiati della città. Quest’amministrazione a  Sant’Elia ha già permesso la chiusura della scuola dell’obbligo pubblica, in nome dei tagli della “buona scuola” di Renzi. Come se non bastasse, l’unico ambulatorio di Medicina di Base nel “nuovo quartiere”  è da qualche anno a rischio di chiusura per sfratto. Prendiamo atto che per questa amministrazione – conclude Zuncheddu -  esistono cittadini di seria A e cittadini di serie B, cittadini che contano e cittadini marginali.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop