In Italia

Quindici milioni di italiani in vacanza a giugno: Sardegna tra le mete preferite

Indagine di Federalberghi-Tecné: 7 su 10 andranno al mare, con spesa media pro capite di 659 euro

Quindici milioni di italiani in vacanza a giugno: Sardegna tra le mete preferite

Di: Redazione Sardegna Live


Sono oltre 15 milioni gli italiani che scelgono il fascino discreto di giugno per partire in vacanza. Di questi, oltre la metà (8,7 milioni) fa parte di famiglie che porteranno in vacanza figli e nipoti.

Lo rivela un’indagine realizzata per Federalberghi da Tecnè, da cui emerge anche che nove su dieci resteranno in Italia, scegliendo in grande maggioranza il mare della penisola o delle isole maggiori (68%) e poi montagna (10,8%), località d’arte (10,7%) laghi (3%). Fra quanti si recheranno all’estero vincono le grandi capitali europee (53%), seguite dalla crociera (25,3%) e dalle località marine (14%).

La vacanza avrà una durata media di 15 giorni (27 per chi viaggia con i minori) e la spesa media pro capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti), sarà pari a 659 euro (609 euro se si viaggia con minori).

Sarà invece di 10 miliardi di euro, più della metà (5,3 miliardi) attribuibile alle vacanze con minori al seguito. Gran parte della spesa sarà destinata ai pasti (25,5%) e al viaggio (23,9%). L’alloggio assorbirà il 21,9% del budget, mentre allo shopping sarà destinato il 14,4%.

La casa di parenti e amici è la prima scelta per pernottare (33,2%), il 19,3% andrà in albergo, il 16,4% nella casa di proprietà e il 7,2% in un B&B.

Per chi andrà in strutture con la necessità di prenotare il proprio soggiorno, il 40,8% lo farà contattando direttamente la struttura.

Le attività principali saranno all’insegna della socialità, fra passeggiate (68,4%), serate con amici (46,1%), pranzi o cene al ristorante (45%), aperitivo o un drink con gli amici (33,6%).

Il 62,9% dei vacanzieri utilizzerà la propria macchina, il 21,6% viaggerà in aereo e il 4,2% in treno. Il 48,6% non partirà per motivi economici, il 23,1% per motivi familiari e un altro 23% per motivi di salute.

“Il suono della campanella ha rappresentato indirettamente un test per il comparto: ci dice che la chiusura delle scuole è un assist per la programmazione di una vacanza, ci conferma che la destinazione preferita dei nostri concittadini resta l’Italia e ci rivela che vi è un cambiamento di rotta e che il mese di giugno può rappresentare un’opzione utile e sostenibile, principalmente per le famiglie italiane Inoltre, ci illumina sul fatto che è tornata la voglia di dedicare sostanza al viaggio, considerando il giro di affari di 10 miliardi di euro. A questo proposito è importante specificare che il tema dell’alloggio assorbe il 21,9% di questo budget”, dichiara il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca.

“Per noi – aggiunge – si tratta di un impulso importante in previsione della piena stagione estiva. E’ come se i nostri concittadini ci stessero mostrando un cambiamento di tendenza, che paradossalmente rappresenta anche un ritorno all’antico. Di qualsiasi mese si tratti del resto, tutti sanno che vi è una garanzia implicita: comunque e dovunque, l’Italia non delude mai nell’aspettativa della buona vacanza”.

Correlati

Il nuovo shop di Sardegna Live

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop