Genova

A Genova inaugurato il nuovo ponte San Giorgio, quasi due anni dopo la tragedia del Morandi

Conte: "Troppo acuto e tangibile il dolore della tragedia che si è consumata in questo luogo"

A Genova inaugurato il nuovo ponte San Giorgio, quasi due anni dopo la tragedia del Morandi

Di: Giammaria Lavena, foto da Il Fatto Quotidiano


A distanza di quasi due anni dal tragico crollo del Morandi (14 agosto 2018), è stato inaugurato il nuovo ponte di Genova. Durante la cerimonia l'inno d'Italia, seguito dalla lettura dei 43 nomi delle vittime, e infine il taglio del nastro tricolore. Iniziata nel segno della memoria l'inaugurazione del ponte San Giorgio, con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il premier Giuseppe Conte in prima fila.

Proprio Mattarella ha rivolto il suo primo pensiero ai familiari delle vittime: subito dopo l'arrivo in aeroporto si è recato in prefettura, dove ha incontrato privatamente il Comitato delle persone che hanno perso i loro cari nella tragedia. Il presidente della Repubblica ha parlato di "ferita che non si rimargina", dichiarando che "le responsabilità non sono generiche, hanno sempre un nome e un cognome, sono sempre frutto di azioni o di omissioni", e che "è importante ci sia un'azione severa e rigorosa di accertamento delle responsabilità". 

I familiari avevano rifiutato l'invito all'inaugurazione, ritenendo che l'evento prendesse un indirizzo troppo festoso. Una volta terminato l'incontro il Capo dello Stato si è diretto verso la Valpolcevera, per prender parte alla cerimonia.Sul ponte sono giunti tutti i rappresentanti delle istituzioni. A far da sfondo a questa "rinascita" uno splendido arcobaleno. "Un ponte semplice e forte, come questa città", lo ha definito l’architetto Renzo Piano, ideatore della struttura.

Ai familiari delle vittime si è rivolto anche il sindaco Bucci, dichiarando che "queste cose non devono succedere mai più". Il premier Conte ha invece ammesso: "E' ancora troppo acuto, tangibile il dolore della tragedia che si è consumata in questo luogo", ma ha anche richiamato la "volontà di ricomporre ciò che è stato spezzato" spiegando che "Genova deve ripartire e lo fa da qui, dal ponte di Genova, che è un'opera mirabile frutto del genio italico, di una virtuosa collaborazione tra politica, amministrazione locale, impresa e lavoro, e anche la dimostrazione che il nostro Paese sa rialzarsi, sa tornare a correre".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop