Roma

Recidono per errore l’aorta durante l’asportazione di un tumore. Il paziente muore sotto i ferri

Il chirurgo dell’ospedale Sant’Andrea di Roma è indagato con l’accusa di omicidio colposo

Recidono per errore l’aorta durante l’asportazione di un tumore. Il paziente muore sotto i ferri

Di: Redazione Sardegna Live


Gli avrebbero dovuto asportare un tumore allo stomaco e regalargli una nuova vita. Invece il medico chirurgo avrebbe fatto un clamoroso errore: gli avrebbe reciso l’aorta addominale provocando così la morte del paziente. Il fatto è avvenuto all’ospedale Sant’Andrea di Roma. Il paziente era Sabatino Ruggiero, vicesindaco di Bucciano (provincia di Benevento), 54 anni. L’uomo lascia la moglie e due figlie.

Sul fatto è stata aperta un’indagine, il chirurgo è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo. Secondo quanto riportato dalla procura a causare la prima emorragia sarebbe stata l'incisione dell'arteria provocata inavvertitamente. Una seconda emorragia, nonostante la sutura, avrebbe poi causato un infarto e il decesso del paziente. Sulla salma è stata disposta l'autopsia. I risultati degli esami autoptici, che arriveranno tra circa 60 giorni, serviranno a far luce sulle cause esatte che hanno provocato la morte dell’uomo. 

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop