Macerata

Padre mostro. Rinviato a giudizio per l’omicidio e le violenze sessuali ripetute alla figlia

La ragazza era stata costretta ad abortire per ben tre volte in seguito agli abusi subiti

Padre mostro. Rinviato a giudizio per l’omicidio e le violenze sessuali ripetute alla figlia

Di: Redazione Sardegna Live


Chiuse le indagini e chiesto dal Pm di Macerata il rinvio a giudizio per il muratore pakistano Muhammad Riaz, 45 anni.

L’uomo rinchiuso nel carcere di Ancona, è accusato dell’ omicidio preterintenzionale della figlia maggiore, Azka, aggredita e lasciata per terra sotto la pioggia , in strada, al buio, dove è poi stata investita e uccisa da un’auto nel febbraio 2018.

Inoltre è accusato di violenza sessuale aggravata e atti sessuali nei confronti della figlia, quando ancora non aveva 18 anni. Nel capo d’imputazione si legge “Costretta ad abortire per tre volte dopo essere rimasta incinta a seguito delle violenze sessuali commesse dal padre quasi quotidianamente per tre anni.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop