Cuneo

Uccide il marito che l’aveva comprata per 500mila lire

Condannata a 21 anni di carcere. L’avvocato: “Comprata a 14 anni, costretta a maltrattamenti e a prostituirsi”

Uccide il marito che l’aveva comprata per 500mila lire

Di: Redazione Sardegna Live


Nel 1972 quando era ancora una bambina, Assunta Casella venne venduta dalla sua famiglia all’uomo che la voleva in moglie per 500mila lire.

Molti anni dopo, a giugno del 2016, viene trovato il corpo di Severino Viora, pensionato di 78 anni e marito di Assunta, nel noccioleto della loro abitazione nel cuneese. L’autopsia aveva rivelato che l’uomo era stato sedato e poi ucciso. Subito i sospetti ricaddero su Assunta, ma lei si è sempre dichiarata innocente e non ha mai fatto capire se ci fosse stato un movente.

La procura aveva chiesto che fosse condannata al carcere a vita. L’avvocato difensore della donna, Marina Bisconti, ha spiegato in aula la vera storia di Assunta e di suo marito. La storia di una donna venduta quando aveva solo 14 anni, a un uomo che aveva pagato per la sua vita, e che l’aveva costretta per decenni a subire maltrattamenti e a prostituirsi.

 La Corte d’Appello ha riconosciuto quelle attenuanti, ma ha stabilito che sono equivalenti alle aggravanti. E quindi per Assunta Casella ora è stata confermata la pena a 21 anni e 3 mesi di carcere.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop