In Italia

Covid, 2,6 mln di vaccini fermi in frigo. "Nessun ritardo, sono scorte per i richiami"

Sono 11,5 le dosi somministrate nelle regioni italiane sulle 14,1 consegnate. "Molte regioni tengono le scorte per le prenotazioni ai richiami già stabilite", spiegano dalla struttura del Commissario per l'emergenza

Covid, 2,6 mln di vaccini fermi in frigo.

Di: Giammaria Lavena - Adnkronos Salute


C'è un dato che allarma nella corsa della campagna vaccinale verso l'obiettivo delle 500mila immunizzazioni al giorno: 2,6 milioni di dosi ferme nei frigoriferi delle Regioni. Ad oggi infatti sono 11,5 milioni le dosi somministrate e 14,1 quelle consegnate: c'è quindi uno scarto di circa 2,6 milioni di dosi. 

Dalla struttura del Commissario per l'emergenza chiariscono però che "non c'è nessun ritardo, ma quella differenza è dovuta alle scorte per i richiami, che molte Regioni tengono per le prenotazione già stabilite, e alle nuove dosi arrivate e da utilizzare".

Ad esempio ieri sono arrivate in Italia 1,5 milioni di dosi Pfizer e sono in consegna alla Regioni: "E' chiaro che devono essere ancora caricate nel contatore online, ma andranno conteggiate nei vaccini distribuiti", fa notare la struttura commissariale per l'emergenza Covid-19. 

Quindi, il dato di 2,6 milioni di dosi 'ferme' potrebbe anche aumentare. Ma come chiarisce la struttura, "se guardiamo alla percentuale tra dosi distribuite e somministrate, siamo all'81,4%. Un dato non cattivo e che indica come quasi tutte le dosi vengono fatte".

Correlati

Il nuovo shop di Sardegna Live

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop