Scano di Montiferro

SCANO MONTIFERRO | Juos, Panes e Funtanas

SCANO MONTIFERRO | Juos, Panes e Funtanas

Programma della manifestazione

Mattino

La giornata nel caratteristico borgo antico, inizia dalle ore 10.00 del mattino con la possibilità di usufruire delle visite guidate all’interno del paese, gestite da un gruppo di ragazzi diciottenni chiamato "sa leva noa", i quali accompagneranno i nostri visitatori alla scoperta degli antichi monumenti di Scano, ricchi di storia e tradizioni.

Un tour lungo le vie dell'acqua e della fede a Scano che tocca monumenti religiosi, fontane e abitazioni tipiche scanesi, accompagnato tra una tappa e l'altra da leggende e storie locali. L'itinerario parte dal piazzale della chiesa parrocchiale con prima tappa proprio alla chiesa di San Pietro e termina alla casa tipica scanese. La durata è di un’ora circa.

Dalle ore 11.00 avrà inizio la 7a edizione della sagra “Panes e funtanas” durante la quale sarà possibile degustare alcuni piatti, a base di pane, della tradizione scanese. Il menu si conclude con i “papassinos antigos”, gustosissimi dolci esclusivi della tradizione scanese.

Pomeriggio

A seguire, nel pomeriggio, faranno coreografia gli standisti con prodotti artigianali ed enogastronomici e musica per ballare e trascorrere la serata.

Alle ore 16.30 avrà inizio, presso la pineta di San Giorgio, la preparazione dei giochi di buoi e, a seguire, alle 17.00, l’inizio della sfilata di buoi nelle vie del centro storico.

Sera

Al termine della sfilata, la festa continua presso viale San Giorgio con la serata musicale in compagnia di Davide Caddeo e Michela Brundu. È previsto un servizio di fast food e beverage.

Panes e Funtanas

Una buona occasione per trascorrere una giornata in pieno relax è data dall’Amministrazione comunale e dalla Pro Loco di Scano Montiferro che, in collaborazione con la Macelleria Rosa di Giovanni Rosa, invitano, chiunque volesse partecipare, alla 7a edizione di “Panes e Funtanas”, sagra dei piatti tipici scanesi a base di pane, che, quest’anno, si svolgerà presso il parco comunale “Puba”.

Lo scopo della manifestazione non è solo quello di far conoscere e ammirare il paese ma, al contempo, è anche quello di far gustare e apprezzare i sapori di una volta, tipici della cucina scanese.

Giunta alla sua settima edizione, Panes e Funtanas, sta riscuotendo negli ultimi anni un notevole successo con partecipazioni che nelle ultime edizioni abbiamo potuto stimare intorno al migliaio di persone. Investire una buona fetta di budget in promozione e la strutturazione di un menu caratteristico, con prodotti genuini e a km zero rappresentano la chiave vincente del successo di una sagra che in controtendenza a gran parte delle altre si svolge in diurna, in un periodo in cui i buona parte del pubblico preferirebbe trascorrere la domenica al mare. Panes e Funtanas rappresenta perciò per la Pro Loco di Scano una sfida che ci mette alla prova ogni anno.

Il menù

Il protagonista principale è il pane e, il menù prevede:

• Pane incasau (pane ladu con sugo di pomodoro e formaggio pecorino)

• Petta imbinada (pane ’e zichi con carne di maiale macerata nel vino rosso),

• Pane dorau (pane ’e chivarzu fritto con pastella di uova),

• Papassinos antigos (dolce tipico scanese con noci e uva passa),

• Bevanda (vino, acqua o bibita a scelta).

Il menu è acquistabile nella versione completa per 10,00 euro e non necessita della prenotazione.

Juos, un po’ di storia

Iscanu, da quanto attestano i documenti, da circa 150 anni, è conosciuta come “sa ’idda ’e sos boes”, ovvero il paese più famoso in Sardegna per la domatura dei buoi, e in particolare per un fortunatissimo incrocio scientificamente noto come “razza sardo-modicana”. Intorno alla fine del 1800 infatti, arrivarono da Modica (Sicilia) alcuni capi bovini che vennero incrociati con la razza presente nel Montiferru, dando origine alla razza conosciuta ai più come “razza iscanesa”, quella che oggi viene volgarmente chiamata “bue rosso”. Presto, sos boes iscanesos, diventano famosi in tutta la Sardegna per la loro impressionante mole e forza lavorativa e per la particolare domatura, unica nel suo genere, tant’è che fino ai giorni nostri, Iscanu diviene fulcro di acquisto per “sas traccas” della festa di Sant’Efisio e per il lavoro della maggior parte del coltivabile campidanese, almeno fino all’avvento dei mezzi agricoli.

Lo scrittore Antonio Senes, nel suo “Curiosità del vocabolario sardo” (Ed. Sarda Fossataro – Cagliari, 1971) scrive: “[...] L’incrocio della vacca sarda col toro modicano [ndr di Modica, Sicilia] ha dato origine a una varietà, che noi chiamiamo iscanésa, [...] perché sorta a Scano Montiferro e perché quivi ha avuto il maggior sviluppo in origine, e gli studiosi chiamano sardo-modicana, da lavoro, assolutamente migliore sotto tutti i rispetti, soprattutto per una maggior armonia e mole della taglia di quelle d’origine; [...]”.

Juos 2018

Giunta alla sua 5a edizione, Juos si caratterizza per essere l’unica manifestazione in Sardegna di questa portata che vede sfilare 20 gioghi di buoi tutti esclusivamente di razza sardo-modicana, la gran parte dei quali nati e allevati a Scano Montiferro.

Quest’anno si vedranno sfilare i gioghi provenienti da Scano Montiferro con 2 gioghi, Cuglieri 1 giogo, Borore 1 giogo, Norbello 1 giogo, Silanus 1 giogo, Lanusei 1 giogo, Orani 2 gioghi, Nuragus 1 giogo, Villaurbana 1 giogo, Domusnovas 2 gioghi, Sant'Antioco 1 giogo, Pula 1 giogo, Sarroch 2 gioghi, Uta 2 gioghi, Teulada 1 giogo.

Le location

Parco comunale di Puba

Un grande e accogliente parco con prato all’inglese, dotato di un’area giochi per i bambini e che ospita il “Centro Giovani Zac”, all’interno del quale si potrà usufruire dei servizi igienici. Il grande prato, usato già da tempo per ospitare diversi concerti ed eventi, si vedrà per la prima volta protagonista della sagra per la quale verranno allestite delle zone ristoro rigorosamente adombrate.

Viale San Giorgio e pineta comunale

Luogo accogliente che bene si presta per poter ospitare i buoi in attesa della sfilata. In serata sarà protagonista di balli in piazza e zone ristoro dove poter concludere la giornata di festa. 

Come arrivare

Da Alghero: percorrere la litoranea Alghero-Bosa, procedere per Suni, Tinnura, Sagama e in direzione Scano di Montiferro

Da Macomer: percorrere in direzione San Leonardo/Santu Lussurgiu, svoltare a destra in direzione Scano di Montiferro. Alla fine della strada, svoltare a sinistra in direzione Scano di Montiferro

Da Oristano: percorrere in direzione Cuglieri / Bosa, superare la circonvallazione di Cuglieri e procedere in direzione Sennariolo. Arrivati a Sennariolo, svoltare subito a destra in direzione Scano di Montiferro. Senza entrare nell’abitato di Scano, procedere dritti fino all’incrocio Sagama/ Scano di Montiferro. Quindi svoltare a destra direzione Scano di Montiferro. 

Informazioni

Chiunque volesse trascorrere una giornata speciale, diversa dal solito, è invitato a partecipare. Per qualsiasi dubbio o chiarimento:

è attiva la infoline ai numeri

349 356 7656 info Juos (Stefano)

346 504 7772 info Panes e Funtanas (Giuseppe)

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop